IL MUSCOLO DELL’ANIMA… lo PSOAS!

28 ott 2015
IL MUSCOLO DELL’ANIMA… lo PSOAS!

Mi devo dare una calmata…A chiedermelo è il mio PSOAS !!!!!! troppo SPORT? troppo STRESS?

Ma forse non tutti conoscono l’importanza del muscolo Psoas (muscolo ileopsoas), muscolo che tutti abbiamo ma che anch’io in quest’occasione ho conosciuto meglio.

muscolo-psoas

Questo muscolo serve per la stabilizzazione del nostro corpo ed è fondamentale per il nostro equilibrio strutturale.

Lo psoas è l’unico muscolo che collega le gambe alla colonna vertebrale, quindi dal suo buon funzionamento dipende la nostra andatura, una corretta postura della colonna vertebrale e non solo…

 

Ma perché lo Psoas è uno dei muscoli più importanti del nostro corpo?
Dei recenti studi sostengono che lo psoas è strettamente collegato alle nostre emozioni, poiché messaggero primario del sistema nervoso centrale.

Attraverso il tessuto connettivo, il muscolo è in comunicazione col diaframma, quindi anch’esso è coinvolto in fasi che interessano questa zona del nostro corpo, come la respirazione o il riflesso dopo uno spavento.

Psoas-muscolo

Che relazione c’è tra lo stress e il muscolo Psoas?
Uno stile di vita frenetico e stressante libera elevate quantità di adrenalina nel nostro corpo mantenendo in tensione costante lo psoas (il corpo si prepara a correre).

Questo meccanismo di “auto-difesa” è dentro l’istinto naturale di ognuno di noi (la famosa parte rettile).

Per capirci meglio: quando un animale si sente in pericolo di vita, scatta l’identico meccanismo, di solito si prepara a correre o s’immobilizza dalla paura.

 

01 fig gallo

La nostra parte istintiva lavora allo stesso identico modo:

Stress –> Adrenalina –> Cervello manda gli input al corpo –> Lo psoas si accorcia e s’irrigidisce

Mantenere lo psoas in tensione costante a causa dello stress può portare a gravi conseguenze come:

Sciatica,
Problemi alle vertebre.
Problemi alle spalle.
Malfunzionamento degli organi localizzati nell’addome.
Problemi digestivi.
Degenerazione dell’anca.
Mestruazioni dolorose.

Come se non bastasse, essendo collegato al nostro sistema nervoso, lo psoas manderà dei segnali di tensione in tutto il corpo interferendo con la corretta circolazione dei fluidi e della respirazione.

In poche parole, per colpa della tensione cronica di questo muscolo, il nostro corpo riceverà continui segnali di pericolo. Tutto ciò provocherà un affaticamento delle ghiandole surrenali e del sistema immunitario. A complicare le cose ci pensano le nostre cattive abitudini nella postura e nell’attività fisica.

 

Perché è importante mantenere lo psoas rilassato?
Mantenere rilassato questo muscolo migliorerà notevolmente la nostra qualità di vita, ci sentiremo più vitali e creativi.

Uno psoas libero dalle tensioni garantisce:

Una maggiore fluidità del bacino.
Un netto miglioramento della postura della colonna vertebrale.
Un netto miglioramento delle funzioni degli organi addominali.
Una respirazione e un ritmo cardiaco più equilibrati.
In fine, ma non ultimo per importanza: migliorando la salute di questo muscolo rigenereremo le nostre energie vitali e ci riconnetteremo col nostro potere creativo.
Perché lo Psoas è chiamato “Il Muscolo dell’Anima”?
In alcune filosofie orientali lo psoas è conosciuto come “il muscolo dell’anima”, un centro di energia principale del corpo.

Quanto più lo psoas è flessibile e forte, tanto più la nostra energia vitale potrà fluire attraverso le ossa, la muscolatura e le articolazioni.

Lo psoas sarebbe dunque come un organo di canalizzazione di energia, un nucleo che ci connette alla terra, permettendoci di creare un supporto solido ed equilibrato dal centro del nostro bacino. In questo modo la colonna vertebrale si amplia e, attraverso essa, tutta la nostra vitalità può fluire.

 

… in questo periodo sto prendendo solo lezioni di Yoga… e sto cercando di trovare una serenità interna che mi aiuti a risolvere e a capire meglio il mio PSOAS!!!!!

1 commento a questo articolo
  1. MementoMori
    il 28 ott 2015 alle 13:27

    https://www.facebook.com/groups/1593447480880092/


Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>