Polpettine di Lupini

21 dic 2015

Burger di lupini e patateAltro piatto solare ricco di sapore e di colore… :)

Avevo dei lupini in frigo da smaltire regalatimi dal mio venditore affidato di frutta secca&company, visto che sono una sua fedele cliente, mi regala spesso un sacchetto di lupini, di olive, aggiunge una generosa manciata di noccioline nella busta e fa contenta me e lui ^_^

Così visto che volevo sperimentare un nuovo burger, ed in commercio esistono quelli già pronti prodotti con farina di lupini per i quali non sono mai impazzita e che ho quindi acquistato solo una volta, ho pensato di produrne una mia versione molto semplice che incontrasse i gusti di Adriano che mangia sempre tutto quello che preparo!

Ho cercato in rete qualcosa, ma ho trovato tutte versioni che non incontravano i miei gusti e che non rispecchiavano quello che avevo in mente, ossia un impasto senza farina o pangrattato.

I burger sono stati spazzolati ed apprezzati, il limone che vedete nelle foto non è lì solo per decorazione (sì il mio era un po’ moscietto ed essiccato nella buccia ma l’interno era bello succoso), perché una spruzzatina generosa deve essere passata su ciascun burger per regalare quella nota acidula che serve a pulire la bocca! ;)

Proposti anche a Marco Bianchi e riproposti da Siamo Donne.

 

Burger di lupini e patate

By Camiria, 09/07/2012

Con queste dosi si ottengono 5 burger ^_^

Ingredients:

lupini in salamoia sbucciati – 300 gr

patate rosse (peso da crude e con la buccia) – 400 – 450 gr

lievito alimentare in scaglie bio – 2 cucchini

rosmarino secco di campo – qualche aghetto

aglio in polvere – q.b

olio evo bio e locale – q.b

sale marino integrale fino – un pizzico

erba cipollina secca – un pizzico

prezzemolo fresco di campo – 2 ciuffetti

limone – 1

Instructions:

Per prima cosa sciacquare sotto l’acqua corrente i lupini, se troppo salati tenere in ammollo in acqua per almeno un’oretta e poi risciacquarli, sbucciarli e versarli nel frullatore.

Aggiungere pochissimissima acqua, come vi ho spiegato già per la mia ricetta della ricotta di lupini, qualche aghetto di rosmarino, una spolverata di aglio in polvere e frullare il tutto fino ad ottenere un sodo patè di lupini. Deve essere bello compatto e i lupini dovranno essere ben frantumati e frullati.

Separatamente lessate in acqua fredda e leggermente salata con sale marino integrale fino le patate con la buccia.

Una volta cotte e ben morbide, scolarle, passarle sotto l’acqua corrente fredda e sbucciarle.

Passare le patate allo schiacciapatate e versarle nella ciotola dove avrete riunito già il patè di lupini.

Amalgamare gli ingredienti aggiungendo anche un filo di olio evo e i cucchiaini rasi di lievito alimentare.

Con l’apposito attrezzo per i burger, una sorta di pressa che ho acquistato al casalinghi ad un prezzo davvero irrisorio, formare i vostri burger. Se non avete l’attrezzo potete anche compattare e formare con le mani i vostri burger, vengono belli e panciuti lo stesso ;)

Scaldare una padella leggermente spennellata con dell’olio evo, se volete optare per il forno è la stessa cosa… Almeno evitate di incendiare casa e di accenderlo inutilmente, lasciate dorare i vostri burger per 2-3 minuti per lato, per rigirarli vi consiglio la consueta palettina per le lasagne.

Una volta pronti, adagiateli nel piatto, spoverizzate con un po’ di erba cipollina fresca, il prezzemolo tritato con le mani e qualche spicchio di limone.

I burger sono ottimi tiepidi ma anche freddi…

I colori sono meravigliosi… Sembra avere il sole nel piatto… All’interno rimangono belli compatti ma non stoppacciosi grazie alla morbidezza regalata dalla patata lessa :) I sapori si sposano divinamente insieme, nessuno dei due ingredienti copre quello dell’altro, al contrario si uniscono un’insieme davvero delizioso… Il limone come già detto regala al piatto quella nota acidula che pulisce la bocca… Un po’ come succedeva con la fettina panata, in quel caso però si parlava di fritto e soprattutto di una creatura sacrificata, nel caso del burger invece abbiamo un prodotto completamente cruelty free, sano e buono ^^

Con questa ricetta mi sono classificata 2 al contest “Chef anch’io” nella categoria Secondi Piatti

Categoria GYM
Tags

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>